Venerdì 28 settembre ore 20.30 Donatella Alamprese in: “Le voci di Eva”

Da “ Le Voci di Eva “ , progetto di Donatella Alamprese declinato al femminile, nasce un nuovo spettacolo che è l’ affascinante narrazione della storia umana e artistica di altre quattro grandi donne : Lotte Lenya

Lotte Lenya moglie e musa di Kurt Weill

, musa ispiratrice nonché moglie di Kurt Weill, appassionata interprete di tutte le sue composizioni, costretta insieme al marito nel 1933 a lasciare la Germania a causa del nazismo per trasferirsi prima a Parigi e poi negli Stati Uniti dove unirà il suo impegno artistico a quello di promotrice di propaganda antinazista ; Cathy Berberian, poliglotta, stupefacente interprete che lottò contro i pregiudizi della elite della musica classica ,comunicando al mondo la propria libertà artistica e creando per prima un ponte tra musica colta e popolare;

Amelita Baltar, la voce del tango argentino

Amelita Baltar che, interpretando per prima “ Balada para un loco “ di Ferrer e Piazzolla, rivoluzionò la visione del tango, portando il profumo della musica di Buenos Aires in ogni angolo del mondo ; infine, per celebrare il cinquantennio dal ’68, Joan Baez , la più grande folk singer di tutti tempi, la poetessa che ha cantato l’amore per gli ultimi, potente voce della rivoluzione contro le disuguaglianze e il potere. La voce poliedrica di Donatella Alamprese, interprete riconosciuta a livello internazionale, guiderà lo spettatore in un viaggio suggestivo ed emozionante, accompagnata dalla chitarra di Marco Giacomini ed il clarinetto di Andrea Tinacci.

Cathy Berberian artista raffinata e sperimentatrice nei generi più disparati fu moglie di Luciano Berio

Joan Baez: la voce della protesta