Venerdì 1 giugno ore 20.30 celebriamo il 40esimo anniversario del gemellaggio fra Firenze e Dresda

Dresda, conosciuta anche come la “Firenze sull’Elba” (definizione data dal filosofo Johann Gottfried Herder, amico di Goethe), è gemellata dal 1978 con la nostra città. Questo gemellaggio sottolinea l’importanza culturale e artistica che lega queste due città che non sono solo capitali di arte e di cultura dei propri rispettivi Paesi bensì anche bastioni culturali e fari per tutto l’occidente.

La Capitale della Sassonia è stata oggetto di ispirazione per molti pittori italiani, tra cui il Canaletto, i cui dipinti sono conservati oggi proprio nella Pinacoteca di Dresda. La famosa pinacoteca di Dresda ospita poi innumerevoli capolavori del Rinascimento e del Barocco italiano, prima fra tutte la Madonna sistina di Raffaello, nonché il San Sebastiano di Antonello da Messina, la Sacra Famiglia del Mantegna, la famosa Venere dormiente di Giorgione e molti altri. Al di là degli scambi storici, grazie al gemellaggio la comunicazione e lo scambio fra Dresda e Firenze continua fino ai nostri giorni grazie agli interscambi scolastici e culturali e ai progetti comuni europei ai quali le due città partecipano. 

La serata sarà tenuta dall’architetto Raffaella Giardiello che illustrerà i principali monumenti e luoghi di Dresda facendoci ripercorrere le tappe storiche di questa meravigliosa città. La musicista e storica della musica Pamela Burrini eseguirà dei brani di Bach spiegandoci il privilegiato rapporto del genio assoluto della composizione con la capitale sassone.

E’ previsto anche la proiezione di un estratto del video “ELB~meets~FLORENZ”. Si tratta di un progetto artistico che nasce nel 2017 dall’iniziativa della danzatrice fiorentina Elena Cencetti e delle artiste multimediali originarie di Dresda Franziska e Sophia Hoffmann. Partendo dall’origine del soprannome del capoluopgo sassone Elbflorenz (“la Firenze sull’Elba”), le tre artiste hanno intrecciato l’arte della danza con quella mediale creando un video alla ricerca di luoghi simili tra le due città  interrogandosi sull’attualità del soprannome stesso.

Il progetto é stato finanziato dalla Landeshauptstadt Dresden e sostenuto dal Comune di Firenze, oltre che da numerosi enti privati, che hanno messo a disposizione le loro infrastrutture per le riprese, come per esempio il nostro stesso istituto.

Al finale della serata brinderemo in onore delle due città.

Ingresso libero su prenotazione a: cultura@deutschesinstitut.it