Categoria: Verbi

Il presente, il passato e il futuro dei verbi tedeschi e per gli avanzati anche il condizionale e il passivo.

Il sistema verbale del tedesco rispetto alle lingue neolatine è quasi “primitivo” e molto facile da studiare. Infatti esistono molte forme verbali che sono ormai “fuori uso”: bisogna conoscerle solo passivamente per la lettura di testi, ma non sono necessarie per la comunicazione quotidiana (per esempio il Präteritum, ma anche il futuro e il congiuntivo I).

Alla fine di ogni articolo trovate degli esercizi sull’argomento!


GRAMMATICA TEDESCA - MENU COMPLETO

Il presente dei verbi regolari

Cominciamo a scaldarci un po’ col presente, per parlare dei nostri verbi: anzitutto, un grande vantaggio del tedesco è che le desinenze sono uguali per tutti i verbi e che la prima e la terza persona plurale si coniugano come l’infinito.       Ecco degli esempi con il verbo machen (fare):  Ich...

Verbi irregolari

Non avere paura dei verbi irregolari! Anzitutto una buona notizia: non sono molti (importanti, ma non molti) e variano solo nella seconda e nella terza persona singolare – spesso la lettera “e” cambia in “i” o “ie”, e “a” in “ä”. Le desinenze rimangono le stesse dei verbi regolari. Di questa categoria...

sein und haben – essere e avere

Ecco due verbi fondamentali per iniziare a parlare il tedesco:   sein (essere) Come “essere” in italiano, sein può trovarsi in tanti contesti: per dire il proprio nome, per il mestiere, accanto a un sostantivo, per la descrizione di uno stato psicologico ecc. ecc. In tedesco si usa anche per...

mögen e möchten

Mögen si presenta spesso in contesti in cui in italiano si usa “Mi piace…” e di solito è seguito da un sostantivo. Il significato di möchten è quello di “vorrei, vorresti, vorrebbe…”, cioè si usa come forma più attenuata e più cortese di “volere” ed è seguito da un verbo (o un verbo...

wollen

Ecco un altro verbo modale importante: wollen. Al singolare la vocale cambia da o a i, la prima e la terza persona sono identiche. Come in italiano ha un carattere abbastanza forte, per questo soprattutto nei contesti formali si tende a sostituirlo con möchten.  ich  will – Ja, ich will....

il verbo modale müssen

Per vedere la differenza tra müssen und sollen: Ich muss das Auto abholen. (Devo andare a prendere la macchina, forse perché serve a me stessa quindi sono io stesso a “impormi” questo dovere.) Ich soll das Auto abholen. (Devo andare a prendere la macchina perché qualcuno me l’ha detto/chiesto, forse è la...

il verbo modale können

Per können si intende molto semplicemente l’essere in grado di fare qualcosa, al momento o in generale. Se vogliamo per esempio dire “so cavalcare”, diciamo “Ich kann reiten”. Vediamo qualche esempio:  ich  kann – Ich kann den schweren Koffer nicht tragen. (Non posso portare la valigia pesante.)  du  kann st...

Darf ich oder darf ich nicht? – “(nicht) dürfen”

“Dürfen” indica il puro e semplice permesso/divieto di fare qualcosa, o  di esprimere la opportunità o non-opportunità di fare qualcosa. Il più delle volte è usato con “nicht”, per esprimere il divieto o che una azione è inopportuno.  “nicht dürfen” = non permesso/vietato/inopportuno. “Hier dürfen Sie nicht parken!” (Qui non deve/non...

Verbi ausiliari e modali – riassunto

I verbi che vi presentiamo ora (sein, haben e werden) possono essere ausiliari, quindi “accompagnano” altri verbi, oppure verbi autonomi, cioè possono stare anche da soli. sein (essere) Sein si usa per la costruzione del Perfekt, più che altro per i verbi di moto: Gestern ist er ins Kino gegangen. (Ieri è andato...

Verbi separabili – trennbare Verben

    Kannst du mich bitte anrufen? – Klar, ich rufe dich in 10 Minuten an! (Mi puoi chiamare, favore? – Certo, ti chiamo fra 10 minuti!) Vi sembra ci sia qualcosa di strano nell’esempio? Perché una volta si dice “…anrufen” e l’altra “rufe…..an” ?? Non preoccupatevi, è tutto normale: in...

l’imperativo – mach das!

  Ecco alcune regoline utili: La seconda persona singolare è identica alla radice e non si mette il pronome – nella forma di cortesia invece lo si mette. Sag’ doch was! (Di qualcosa!) Sagen Sie doch was! (Dica qualcosa!) I verbi che alla 2^ e 3^ persona del singolare cambiano la...

la forma progressiva

  Kannst du später noch mal anrufen? Ich koche gerade. (Puoi chiamare più tardi? Sto cucinando.) Tutto quello che bisogna fare per formare la forma progressiva è aggiungere direttamente dopo il verbo al presente l’avverbio gerade, che significa “al momento”. Quindi, se per esempio vogliamo dire “Stai parlando con Klaus?”, diremo:  Sprichst...

Verbi riflessivi

Come in italiano anche in tedesco esistono dei verbi riflessivi che si formano con i rispettivi pronomi che rimandano al soggetto della frase. Eccoli qua: ich → mich (mir) sich entschuldigen: Ich muss mich bei ihm entschuldigen. (Mi devo scusare con lui.) du → dich (dir) sich irren: Da hast du dich...

Perfekt – il passato prossimo

Nella lingua parlata si usa quasi esclusivamente il “Perfekt” per esprimere qualsiasi tempo del passato.

Il “Perfekt” si forma quasi sempre con l’ausiliare “haben” e il participio passato (posizionato in fondo alla frase):”Ich habe meine Hausaufgaben nicht gemacht”.Formano il perfekt con “sein”: i verbi di moto, che sono quasi tutti irregolari

I participi più importanti

Questa è una lista dei participi più importanti nella lingua tedesca. Memorizzarli è utile non solo per poter formare il passato (Perfekt), ma anche per la costruzione del passivo – e in più si usano come attributi dei sostantivi, come in italiano. Perfekt: Ich habe das nicht verstanden. (Non l’ho...