Perché “declinare”?

Che cos’è la declinazione e a cosa serve? Declinare una parola (articolo, aggettivo, sostantivo, pronome) vuol dire cambiarne la forma a seconda della sua funzione (soggetto, complemento) nella frase. Un esempio: il pronome ich (io) puo diventare mich (mi) oppure mir (me) . Il significato (la persona) non cambia , ma la funzione nella frase. C’è una differenza notevole fra “ich […]

Perché “declinare”? Leggi tutto »

Il nominativo

Quando si inizia la frase con il soggetto della frase (l’elemento che “fa” qualcosa), bisogna mettere uno degli articoli (il, la, un, una ecc.) seguenti davanti a questo sostantivo – chiaramente bisogna conoscere il genere del sostantivo per scegliere l’articolo giusto. Maskulinum Femininum Neutrum Plural  der   ein  (r)  die   eine  (e)  das   ein  (s)  die 

Il nominativo Leggi tutto »

L’accusativo

  L’accusativo non è altro che il complemento oggetto italiano, e allo stesso modo risponde alla domanda: Chi? Che cosa? In generale si inizia la frase con il soggetto al nominativo, si mette il verbo e poi può seguire un complemento oggetto che “subisce” quello che fa il soggetto,e in tedesco è espresso con l’accusativo

L’accusativo Leggi tutto »

Il dativo

A chi? Dare qualcosa a qualcuno… Il dativo tedesco corrisponde al complemento di termine italiano. Al contrario dell’italiano non abbiamo una preposizione davanti al sostantivo, ma cambiamo l’articolo semplicemente a seconda dello schema seguente. Il dativo in un certo senso è il caso più importante del tedesco perché, oltre a esprimere il complemento di termine,

Il dativo Leggi tutto »

genitiv

Il genitivo

Di chi è? Con il genitivo si esprime il complemento di specificazione che risponde alla domanda “di chi?”. Gli articoli e i sostantivi si declinano a seconda dello schema seguente. Soprattutto nella lingua parlata quasi sempre il genitivo viene sostituito da von + Dativo: Das ist das Haus des Bürgermeisters. (Questa è la casa del sindaco.)

Il genitivo Leggi tutto »

Carrello
Torna in alto
Torna su