Menu
vocabolario

A1A1/A2
B1/B2 C1/C2


zurueck














weiter

verbi 
costruzione
articoli/aggettivi
sostantivi
pronomi
preposizioni
avverbi
pronuncia/numeri
varie



Vai qui alla nuova versione della grammatica mobile friendly con più esempi



Esercizi


pronomi personali e possesivi

A1pronomen1
A1
pronomen2
A1pronomen3
A1pronomen4
A1possessivpro1
A1possessivpro2
A1personalpronomen
A1personalpronomen2
A1reflexivpronomen
A1pronomen ihm ihn
Artikeleinsetzen1
Artikeleinsetzen2





pronomi relativi

A1Relativpronomen1
A1Relativpronomen2
A1Relativpronomen3
A1Relativpronomen4
A1
Relativpronomen5




altri esercizi

A1Interrogativ2
A1Interrogativ3

A1Interrogativ4
A1Interrogativ1
A1welcher,was fuer ein2
A1welcher,was fuer ein3
A1Indefinit1



pronomi riflessivi

il pronome "es"





Nominativo Accusativo Dativo Riflessivo possessivo
ich  mich mir mich mein
du  dich dir dich dein
er  ihn ihm sich sein
sie  sie ihr sich ihr
es  es ihm sich sein
wir  uns uns uns unser
ihr euch euch euch eu(e)r
Sie/sie  Sie/sie Ihnen/
ihnen
sich ihr/Ihr


I pronomi personali declinano secondo la loro posizione nella frase (vedi declinazione). Corrispondono all'italiano "io - mi - a me" ecc.. In tedesco le cose/gli oggetti mantengono il loro genere grammaticale quando sono espressi con un pronome: "der Baum" (l'albero) è un "lui", come una persona, "die Nase" (il naso) è una "lei" a tutti gli effetti.

Il pronome riflessivo della prima e seconda persona può cambiare in dativo, quando nella frase è già presente un altro complemento all'accusativo. "Ich wasche mich", "ich wasche mir die Hände".

Da ricordare la forma di cortesia: Si usa sempre la terza plurale, tanto per una che per più persone (singolare e plurale), e cioè "Sie" o "Ihnen" (scritto maiuscolo). Con "euch" si da del tu!



Pronomi relativi

I pronomi relativi (che, il quale/la quale, cui etc.) sono in gran parte identici all'articolo determinativo: cambiano solo al genitivo e al dativo plurale. L'importante è ricordarsi che non esiste un pronome "multiuso" come "che" o "cui" in italiano, ma bisogna sempre specificare genere e caso nel pronome (il quale/la quale, i quali etc.)



maschile

femminile

neutro

plurale

Nominativo

der

die

das

die

Accusativo

den

die

das

die

Dativo

dem

der

dem

denen

Genitivo

dessen

deren

dessen

deren





Pronomi interrogativi e dimostrativi

Questa tabella indica quali desinenze bisogna aggiungere ai pronomi interrogativi "welch(er)" e dimostrativi "dies(er)". Seguono infatti la declinazione dell’articolo determinativo.



maschile femminile neutro plurale
Nominativo welcher?
dieser!
welche?
diese!
welches?
dieses!
welche?
diese!
Accusativo welchen?
diesen!
welche?
diese!
welches?
dieses!
welche?
diese!
Dativo welchem?
diesem!
welcher?
dieser!
welchem?
diesem!
welchen?
diesen!






maschile femminile neutro plurale
Nominativo einer
keiner
meiner
eine
meine
keine
eins
keins
meins
welche/einige
keine
meine
Accusativo einen
meinen
keinen

eine
meine
keine
eins
keins
meins
welche/einige
keine
meine
Dativo einem
meinem
keinem
einer
meiner
keiner
einem
meinem
keinem
einigen
keinen
meinen



I possessivi in tedesco si comportano come articoli e seguono la declinazione di "ein".

"Il mio libro" diventa in tedesco semplicemente "mein Buch",
"la mia borsa"> "meine Tasche".

Il tedesco differenzia fra possessore maschile e femminile, "suo" può diventare "sein" o "ihr", a seconda che il possessore sia maschio o femmina.


ich > mein..
du > dein..
er > sein..
sie > ihr..
es > sein..
wir > unser..
ihr > euer/eur.
Sie/sie > Ihr/ihr..


Tipps und Tricks
La forma di cortesia in tedesco è sempre la terza plurale, indifferentemente se ci si rivolge a una o più persone, e il possessivo corrispondente "Suo/Vostro" in tedesco rimane sempre "Ihr". Questo vale anche per le lettere commerciali. Abbiamo ricevuto la Vostra lettera del..", "Wir haben Ihren Brief vom…erhalten". Con "euer" si da del tu a più persone!





Welcher/Was für ein..?
 
I pronomi interrogativi “welcher” (quale) e “was für ein …” (che tipo di/come) si usano a seconda della risposta che ci si aspetta. Con "welch" si chiede all'interlocutore di fare una scelta fra due o più oggetti, con "was für ein.." si chiede la qualità o un attributo di un oggetto. Il "ein" si deve declinare come l'articolo indeterminativo "ein".

Welche Schule besucht du? - Quale scuola frequenti?

Was für eine Schule besucht du? - Che tipo di scuola frequenti?

plurale: was für...

Was für Schulen sind das? - Che tipo di scuole sono?/Come sono queste scuole?

Ich möchte Schuhe kaufen. - Und was für welche möchten Sie? (in italiano si direbbe: “Che tipo di scarpe....” mentre invece in tedesco “Schuhe” non si ripete ma si mette “welche”, che diventa un pronome indefinito)